Creazione di filiere corte, mercati locali e attività promozionali

Le Langhe sono una zona del Piemonte situata a cavallo delle province di Cuneo e Asti. Il territorio è costituito da una esteso sistema collinare delimitato dai fiumi Tanaro, Belbo, Bormida di Millesimo e Bormida di Spigno, e si suddivide in Bassa Langa, Alta Langa e Langa Astigiana.
La Bassa Langa è zona di produzione di grandi vini conosciuti in tutto il mondo: il Barolo e il Barbaresco. Le aziende vitivinicole, in collaborazione fra loro e con i diversi operatori del territorio, hanno saputo utilizzare la fama dei propri vini per valorizzare il territorio e creare un indotto turistico in forte incremento.
In altre zone delle Langhe, anch’esse terre d’origine di produzioni d’eccellenza, lo sviluppo del territorio è solamente agli albori. Nella zona dell’Alta Langa e dei paesi limitrofi della Bassa Langa, luoghi di produzione della Nocciola Piemonte IGP, dell’Alta Langa DOCG e del Moscato DOCG, le realtà locali non hanno ancora trovato la chiave di collaborazione per incrementare il valore aggiunto dei propri prodotti valorizzando il territorio e stimolando il turismo.

L’aspetto innovativo della proposta progettuale in essere è la cooperazione tra i produttori dell’Alta Langa e dei paesi confinanti della Bassa Langa. Per quanto possa sembrare semplicistico, far cooperare produttori che non sono abituati a farlo è molto complesso e necessita di abilità di concertazione e conoscenza specifica dell’area interessata. Per questo motivo è stata individuata come capofila del partenariato l’Associazione Bottega dell’Alpe per la sua esperienza come soggetto coordinatore e intermediario. La Bottega dell’Alpe è un’associazione che aggrega prodotti e produttori dell’agroalimentare e dell’artigianato delle valli piemontesi, coinvolge piccole realtà delle aree montane che grazie al suo sito e-commerce possono presentare e vendere i prodotti sul mercato “Italia”.
Il progetto servirà per dare inizio a questo processo di cooperazione finalizzato all’incremento del valore aggiunto dei prodotti e della valorizzazione del territorio. Il primo passo è di sviluppare la collaborazione tra produttori intrecciando due filiere: il vino e la nocciola. I produttori vitivinicoli hanno già sperimentato la collaborazione con altri produttori durante fiere, eventi e degustazioni e sono pronti, con l’aiuto di Bottega dell’Ape, a mettere a disposizione e a far maturare la propria esperienza che servirà da traino per i produttori di nocciole che hanno avuto poche occasioni per imparare a collaborare fra loro.
I passi successivi che il partenariato intende percorrere sono di coinvolgere altri produttori delle due filiere di progetto ma anche produttori che fanno parte di altre filiere e operatori locali in primis della zona interessata dal progetto e successivamente in altre aree montane. Nel progetto è stata inserita anche un’azienda delle valli cuneesi, la FLORICOLTURA EDELWEISS specializzata nella produzione di piante e fiori di montagna, in particolare delle Stelle Alpine in vaso, che offre la possibilità di poterle avere nei propri giardini senza compromettere quelle allo stato naturale e contribuendo così alla salvaguardia dell’ambiente. La scelta di inserire la Floricoltura Edelweiss nasce dal fatto di voler ampliare il prima possibile la rete soggetti e le aree in cooperazione fra loro.

Il progetto si pone come obiettivo l’attivazione di un processo di cooperazione tra produttori agricoli delle aree montane e dei paesi limitrofi – partendo dall’Alta Langa – per incrementare la qualità e la commercializzazione dei loro prodotti.
Il raggiungimento dell’obiettivo è previsto tramite il raggiungimento dei seguenti sotto-obiettivi:
– miglioramento della competitività aziendale grazie all’intermediario che andrà a sopperire alla frammentazione e alle piccole dimensioni delle aziende coinvolte attraverso l’attivazione del punto vendita in una zona strategica sia per i turisti che i consumatori locali e l’implementazione del sito di e-commerce attualmente in uso dalla Bottega dell’Alpe.
– Incremento del valore aggiunto ricadente sui produttori mediante la promozione delle caratteristiche qualitative e nutrizionali dei prodotti e dei processi produttivi.
– Creazione di nuovi sbocchi di mercato per le produzioni di qualità realizzando attività promozionali che facciano conoscere i prodotti del partenariato ai consumatori locali.

Compra in valle e la montagna vivrà!

Parte da qui, da questo slogan l’idea di creare la Bottega dell’Alpe, un negozio virtuale di prodotti enogastronomici ed artigianali tipici delle vallate piemontesi.

La Bottega dell’Alpe vuole essere una nuova e innovativa associazione dei produttori agroalimentari e dell’artigianato delle vallate piemontesi. Il Progetto coinvolge piccoli e piccolissimi produttori delle aree montane, che possono vendere e presentare i loro prodotti nel negozio virtuale di Bottega dell’Alpe.

Uncem Piemonte, con il supporto di un gruppo di professionisti esperti in comunicazione, marketing e web, tramite il sito ecommerce, mettono in diretto contatto i produttori locali, rigidamente selezionati, con il consumatore, per far entrare nelle case di tutta Italia i prodotti della montagna piemontese.

Chi può farne parte

A Bottega dell’Alpe possono aderire piccoli produttori, ristoratori, ma anche persone fisiche, associazioni, enti e istituzioni che operano nel settore del commercio per lo sviluppo delle Terre Alte Piemontesi.

Unendosi all’associazione, potranno utilizzare il marchio sui loro prodotti e la vetrina offerta dal sito internet www.bottegadellalpe.it, dove i prodotti potranno essere venduti in tutt’Italia e in molti paesi d’Europa, con consegna diretta tramite corriere. Il sito e l’associazione comprenderanno diversi settori e categorie agroalimentari e di artigianato tutti prodotti nelle Terre Alte.