5138musso-logo

Azienda agricola Musso

musso_cascina_masina

La storia dell’Azienda Agricola Musso ha inizio nei primi anni del 1900 quando questa famiglia iniziò a coltivare il riso a Vercelli. Poi negli anni sessanta del ‘900 Lorenzo Musso acquistò parte della cascina Masina nel comune di Carisio e qui continuò il lavoro di risicoltore. L’azienda passò poi al figlio Gian Carlo che la ingrandì e la gestì con l’esperienza ereditata dai genitori.
Oggi l’Azienda Agricola Musso è diretta da Gian Carlo a dal figlio Matteo che insieme garantiscono la coesistenza tra tradizione e innovazione tecnologica. La conduzione familiare permette a Gian Carlo e Matteo di seguire tutto il percorso evolutivo del riso dalla semina al taglio, dalla lavorazione al confezionamento a piena garanzia di tutti i processi di lavorazione del prodotto.
Posta ai piedi delle Prealpi biellesi, tra il fiume Sesia e il torrente Elvo, in una zona ricca di acqua e dal clima ideale per la coltivazione di un riso di qualità, l’azienda Musso è inserita nel territorio della BARAGGIA BIELLESE E VERCELLESE zona caratterizzata dalla disponibilità di acqua pura proveniente direttamente dal Monte Rosa e dalle altre vicine montagne e da una terra argillosa difficilmente coltivabile che non permette grandi produzioni ma premia la qualità del riso.
Qualità che si riflette in una quasi costante superiore consistenza del riso di Baraggia in seguito a cottura rispetto all’omologo prodotto di altre zone e una minore collosità, a parità di trattamento o di metodologia nella preparazione dell’alimento.
La qualità del riso di Baraggia è stata riconosciuta anche dall’Unione Europea che ha attribuito al riso di questo territorio la Denominazione di Origine Protetta (DOP).
L’Azienda Musso adotta un sistema di coltivazione che segue le pratiche ambientali integrate per un maggior rispetto dell’ambiente; metodi tradizionali e non invasivi che mantengono un legame unico ed eccezionale con le caratteristiche geologiche, ambientali e climatiche del territorio, condizioni uniche tipiche solo della Baraggia vercellese e biellese.
L’azienda Musso assicura una piena tracciabilità del prodotto a partire dalla singola cella di risaia dove viene coltivato il riso al sacchetto confezionato e venduto; tracciabilità garantita anche dall’essere prodotti DOP.
L’azienda agricola garantisce l’unicità e l’esclusività della varietà espressa in etichetta nella confezione venduta. Non viene aggiunto alcun tipo di prodotto per migliorare la conservazione del prodotto o per dare maggior lucidità al chicco.
Inoltre il disciplinare della DOP impone che i chicchi all’interno delle confezioni siano uniformi e l’azienda assicura una percentuale di chicchi rotti inferiore all’ 1%. (la normativa italiana concede il 5% ) a vantaggio dell’uniformità del prodotto in cottura.
Il riso DOP è sottoposto a un controllo e analisi da parte dell’ Ente Nazionale Risi in tutte le fasi di coltivazione, raccolto e trasformazione.